Dammusi Al-Qubba Wellness & Resort

Pantelleria

Pantelleria vacanza in mare aperto

Pantelleria: più di un’isola, un vero ecosistema

Pantelleria – con la sua superficie di 83 kmq, il perimetro di 51,5 km, gli 836 m di altezza del suo maggior picco “Montagna Grande”, una larghezza di 8 km e una lunghezza di 13,7 km – costituisce la più grande tra le isole circumsiciliane e la quinta italiana dopo Sicilia, Sardegna, Elba e Isola di S. Antioco.
Situata al centro del Mediterraneo, a circa 67 km dalla costa tunisina ed 85 km dalla costa siciliana, costituisce la parte emersa di un edificio vulcanico che si eleva di circa 2000 m dalla pianura abissale del Canale di Sicilia.

Scopri Pantelleria in un video.

Una straordinaria concentrazione di bellezze naturali

Non solo il famoso Arco dell’Elefante, lo scoglio simbolo dell’isola modellato dai venti e dal mare, Pantelleria offre l’azzurro trasparente del Lago di Venere e il laghetto delle Ondine dove fare il bagno anche con il brutto tempo, il calore della sauna naturale di Sibà, delle sorgenti termali di Gadir e della grotta con vasche termali di Sataria, il sempreverde Monte di Gibele popolato di pini marittimi, lecci, erica, mirtilli e corbezzoli.
Le baie, le spiagge evocano pirati, sirene e venti: Balàta dei Turchi, Kharuscia, Cala Cinque Denti, Punta Spadillo, Cala Levante.

L’isola per tutti

Pantelleria è un’isola in cui non ci si annoia mai perché tante, tantissime sono le proposte e le occasioni per coltivare le proprie passioni: trekking, cure termali, diving, pesca, fotografia subacquea e bird-watching, uscite in barca oppure escursioni a cavallo, archeologia e collezionismo di minerali, gite eno-gastronomiche.
L’isola di Pantelleria si contraddistingue per la straordinaria singolarità del suo paesaggio, per la ricca vegetazione mediterranea, per gli originari manufatti creati dall’uomo – i dammusi – e per le testimonianze archeologiche lasciate da numerose antiche civiltà che l’hanno abitata – romani, bizantini, fenici – come l’Acropoli fenicia e quella romana, i resti del monastero Basiliano, i monumenti funerari della zona dei Sèsi.

I Dammusi

Le costruzioni tipiche di Pantelleria sono gli affascinanti Dammusi, antichi fabbricati rurali dedicati al ristoro dei contadini nelle ore più calde della giornata, oggi recuperati e convertiti in accoglienti dimore. Le origini dei Dammusi panteschi risalgono alla dominazione araba e rappresentano uno straordinario esempio primordiale di architettura bioclimatica.

E ora Pantelleria raccontata attraversoalcune foto.